Ancora sull’art. 12 comma 7 della L. 212 del 2000

La sezione VI della Corte di Cassazione con l’ordinanza del 30.10.2018 n. 27732   si è occupata di un caso riguardante il termine di cui all’art. 12 c. 7 l. 212/2000, secondo il quale è necessario che tra la data di rilascio del PVC e l’emanazione dell’avviso d’accertamento trascorrano almeno 60 giorni. La suprema corte ha confermato la tesi giurisprudenziale secondo cui i controlli interni svolti dall’agenzia delle entrate successivamente alla consegna del PVC non comportano lo “slittamento” del termine dei 60 giorni

Share
0

File allegati

Articoli correlati

Omesso versamento per insufficienza di risorse: liquidatore senza responsabilità

Con la sentenza n. 17727, depositata in data 29 aprile 2019, la Cassazione ha stabilito che il liquidatore non risponde per l’omesso versamento di imposte dovute in costanza della sua…
Continua

La Corte di Cassazione sul contraddittorio endoprocedimentale in caso di accertamento “a…

La Corte di Cassazione con la sentenza num. 10652 del 17 aprile 2019 ha statuito che in caso di indagini “a tavolino”, ove l'accertamento attenga a tributi armonizzati, l'Agenzia è…
Continua

Le Sezioni Unite risolvono il contrasto sullo scomputo delle ritenute non versate

La Cassazione Sezioni Unite sentenza n. 10378 del 12/04/2019, relatore il Presidente Bruschetta,  afferma il principio di diritto secondo cui il sostituito che non abbia subito la ritenuta di acconto…
Continua